La ritenzione idrica

La ritenzione idrica è un problema che colpisce molte donne. Questo disturbo può predisporre alla presenza di cellulite, in quanto è proprio nelle zone dove si fermano i liquidi in eccesso che più facilmente si instaura questa patologia degenerativa del pannicolo adiposo: le cellule di grasso e i liquidi in eccesso causano una degenerazione dello strato sotto cutaneo, dove si formano noduli spessi e duri.

L’alimentazione
Per evitare la comparsa della cellulite è importante limitare la ritenzione idrica; oltre a questo i liquidi in eccesso vanno eliminati anche perché possono favorire lo svilupparsi di problemi circolatori anche importanti e portano ad una fastidiosa pesantezza delle gambe e a squilibri di vario tipo. Come primo passo contro la ritenzione idrica è importante adottare un’alimentazione corretta. Il nemico numero uno della ritenzione idrica è l’acqua: bere molta acqua oligominerale favorisce una corretta diuresi e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Il consumo di cibi ricchi in cloruro di sodio, come il sale da cucina, gli insaccati o i cibi pronti, porta invece ad accumulare l’acqua all’interno dei tessuti, impedendo di espellerla verso l’esterno.

Fibre, vitamine, Sali minerali
Il sale è da mantenere sotto controllo quando si soffre di cellulite o di ritenzione idrica, questo però non significa che altri Sali minerali debbano subire la stessa sorte. Moltissimi minerali, come il potassio, lo zinco o il ferro, sono fondamentali per la vita degli organismi, quindi devono essere presenti nella dieta alimenti che li contengano. Anche le vitamine sono necessarie alla vita; Sali minerali e vitamine si trovano in buone quantità in frutta e verdura, che, per fornire tutte le loro proprietà nutrizionali, andrebbero consumati freschi e, quando possibile, crudi, o comunque non stracotti. I vegetali contengono anche molte fibre, che contribuiscono al corretto transito intestinale degli alimenti, portando ad un generale miglioramento dello stato di salute del corpo.

Il grasso in eccesso
L’essere particolarmente grassi non è una condizione che per forza si presenta in concomitanza con la ritenzione idrica o con la cellulite. Certo è che gli accumuli localizzati di adipe tendono a favorire insorgenza di disturbi come la cellulite ed a impedire il microcircolo, causando ritenzione idrica. Per limitare l’accumularsi di acqua all’interno dei tessuti è quindi importante evitare di ingrassare eccessivamente. Un corpo tonico e in forma tende a bruciare più calorie e ad avere una migliore circolazione, evitando il ristagno di liquidi. Maggiori informazioni su come combattere la ritenzione idrica e la cellulite con l’alimentazione li potete trovare qui http://www.cellulitee.eu/cellulite-sodio-e-acqua-come-influiscono-sulle-cure/.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *